Negli ultimi anni lo stampaggio a iniezione di materie plastiche (approfondisci sul sito stamplastitalia.com) è diventato sempre più importante perché consente di realizzare prototipi, gadget e oggetti di vario genere con semplicità ed efficacia. Utilizzando metodi innovativi si raggiungono risultati eccellenti per la realizzazione di prodotti utili in vari settori. La plastica ha un ruolo fondamentale per molti impieghi ed è per questa ragione che bisogna curare nei dettagli la creazione de modelli attraverso lo stampaggio a iniezione di polimeri per trovare soluzioni alle più diverse esigenze.

Cos’è e quali sono i vantaggi dello stampaggio a iniezione di materie plastiche

La tecnica dello stampaggio a iniezione di materiali plastici consente di fondere di polimeri termoplastici all’interno di un macchinario tipico della filiera produttiva. La sostanza che si ottiene da questa prima fase viene iniettata nello stampo ad alta pressione. Grazie a questo passaggio si ottiene la prima versione del prodotto da lasciare a raffreddare e solidificare. Quando l’oggetto è pronto, lo stampo viene aperto nelle sue due parti e si estrae l’articolo. L’intero procedimento viene definito tempo di ciclo.

Lo stampaggio a iniezione di polimeri porta una serie di vantaggi alla creazione dei prodotti. Quali sono? Il più importante riguarda proprio la possibilità di ripetere la procedura per ogni pezzo e quindi di lavorare alla filiera con una produzione in serie. Inoltre tutti i pezzi sono sovrapponili al primo. Il risultato permette di avere altri benefici diretti quali l’assenza del rischio di usura e rottura nell’intero processo produttivo del materiale plastico. Non vi sono scarti e ciò ottimizza costi e tempi per la realizzazione degli articoli.

Come funziona lo stampaggio a iniezione di materiali plastici

Il ciclo dei macchinari dedicati allo stampaggio a iniezione di materie plastiche compone di varie fasi. Si inizia con il caricamento, si procede con la plastificazione per arrivare ad estrarre l’oggetto finito dal suo stampo, creato con la forma desiderata secondo il progetto digitale. Per riassumere la stampa si utilizzano tre macro-fasi. La prima riguarda la tempistica in cui si effettua l’iniezione, momento in cui si introduce la plastica ridotta appositamente in pezzi di piccole dimensioni o granulari nella pressa.

La seconda macro-fase concerne il raffreddamento che si misura nel tempo che trascorre tra la fine della stampa e la solidificazione dell’oggetto. Infine, la terza fase concerne l’ottenimento del prodotto finale. Si apre lo stampo e, utilizzando appositi estrattori, si espelle il pezzo. I costi di produzione si basano proprio sulla tempistica di queste fasi, quindi la velocizzazione porta ad avere un risparmio e a rendere il lavoro maggiormente redditizio. Le tecnologie sono quindi essenziali per ottimizzare il procedimento.

Tecnologie e prodotti

Lo stampaggio a iniezione di polimeri avviene con presse di alta qualità capaci di affrontare i grandi quantitativi e di operare con rapidità. Ci sono differenti modelli per poter lavorare su vari range di uso. Le lavorazioni variano in base alle richieste dei committenti ed è per questo che le aziende che si occupano di questo tipo di stampa dispongono di attrezzature specifiche impiegate con vari obiettivi. Si possono così realizzare oggetti piccoli come un bottone e pezzi unici di grandi dimensioni.

La differenza è data proprio dalla pressa. Lo stampaggio a iniezione di materiali plastici vengono prodotti da presse comprese tra le 70 e le 1.350 tonnellate per creare prodotti che vanno dai 50 grammi agli 8 chilogrammi. Le tecnologie più innovative permettono di raggiungere la massima personalizzazione degli articoli, ma anche di ridurre la quantità di materiale necessario. In questo caso si ha un grande vantaggio in relazione al costo del prodotto finale, molto competitivo. Le fabbriche con attrezzature di ultima generazione vantano una vasta gamma di macchinari per eseguire il lavoro di differenti pezzi in simultanea. I tempi di realizzazione sono minori e la precisione è totale, così da rispettare i criteri richiesti dal committente. Gli oggetti che si possono creare sono molti, per ogni settore di impiego, sia per le aziende che per i consumatori finali. Tutte le istanze possono trovare facilmente una soluzione idonea.