Le spazzole liscianti sono dispositivi per la cura dei capelli piuttosto nuovi. Tali dispositivi sono in grado di combinare l’azione di una spazzola tradizionale con quella di una piastra lisciante. Il principale vantaggio di tali oggetti, risiede nella possibilità di ottenere un’acconciatura perfetta rapidamente e in maniera pratica. In questa guida all’acquisto dunque, vedremo insieme quali sono le migliori spazzole liscianti.

Spazzole liscianti, quali sono le migliori?

Abbiamo detto che le spazzole liscianti permettono di unire i vantaggi di una spazzola tradizionale a quelli di una piastra lisciante. Trattandosi però pur sempre di una spazzola, non è difficile immaginare come uno dei fattori principali da valutare sia proprio quello delle setole che vanno a costituire la sua testa. La spazzola lisciante infatti, è del tutto simile ad una normale spazzola, se non per la “testa” che è appunto riscaldata.

La composizione standard di tali setole è la seguente:

Setole esterne. Dette anche perimetrali, non sono riscaldate, e sono posizionate lungo tutto il perimetro della testa. In realtà sono composte da numerosi pettinini, e il loro scopo è quello di districare le ciocche, così da poterle incanalare senza nodi verso le altre setole più interne.
Setole interne. Compongono il cuore della testa, e in questo caso sono riscaldate. Grazie alle temperature elevate che possono raggiungere, sono in grado di lisciare le ciocche nel momento in cui vi entrano a contatto durante l’utilizzo della spazzola. La forma di queste setole è differente da quelle di una comune spazzola, e spesso sono rivestite di ceramiche. Più numerosi saranno questi elementi riscaldati, più efficace sarà il lavoro svolto e la qualità della messa in piega.
Setole interne spazzolanti. Il ruolo svolto da queste spazzole è davvero molto importante. Servono infatti a proteggere la cute, e di conseguenza facilitano lo spazzolamento che risulterà più fluido. In realtà non sempre queste setole sono separate e indipendenti, ma in alcuni casi sono inglobate in quelle riscaldate, andando a costituirne l’estremità superiore.

Caratteristiche principali delle spazzole riscaldanti

I fattori da considerare per l’acquisto di una spazzola lisciante sono molteplici, ma due meritano un’attenzione particolare perché in grado di influenzare notevolmente il risultato. Parliamo del rivestimento in ceramica e dello ionizzatore. Nel primo caso, questo materiale rende decisamente più fluido lo spazzolamento. Di conseguenza permette ai capelli di non rovinarsi a causa dello strofinamento con gli elementi riscaldati.

Lo ionizzatore invece, utilizzato tra l’altro in moltissimi altri dispositivi destinati alla cura dei capelli, è in grado di emettere particelle con carica negativa, andando a svolgere un’azione antistatica sui capelli. In altre parole evita che possano apparire crespi, rendendoli più morbidi e lucidi. Ad ogni modo, parliamo di una caratteristica che solitamente è presente nei dispositivi di fascia medio alta. Quelli economici al contrario, ne sono spesso privi.

In commercio possiamo trovare moltissimi modelli di spazzole elettrici, e chiaramente ognuno di questi, anche a seconda del prezzo, presenta una serie di caratteristiche più o meno utili. Una menzione particolare però deve essere fatta per la Dyson AirWrap. Questa spazzola elettrica si dimostra, sotto ogni aspetto, la migliore attualmente presente sul mercato. Prima di acquistare qualsiasi altra spazzola elettrica lisciante vi consigliamo di consultare prezzo e recensioni della Dyson AirWrap per capire se, in via definitiva, questo accessorio per capelli è quello più adatto alle vostre esigenze.