Gli spot pubblicitari che hanno fatto la storia: scopriamoli insieme

Gli spot pubblicitari che hanno fatto la storia scopriamoli insieme

Guardare la TV o leggere un giornale sono diventate ormai operazioni del nostro quotidiano. Le carrellate di spot animati o pubblicità cartacee che ci passano sotto agli occhi quotidianamente sono sicuramente tante ma siamo sicuri che ognuna di esse abbia sortito l’effetto sperato? Riescono tutte a incuriosirci e a rimanere impresse nelle nostre menti proprio come gli spot pubblicitari che hanno fatto la storia

La risposta, purtroppo, è che la nostra attenzione non può essere sempre catturata nella stessa maniera, o perlomeno non come è avvenuto in certe occasioni…

Quali caratteristiche possedevano gli spot che hanno fatto la storia?

Le nostre menti ricordano moltissimi spot pubblicitari, anche se risalenti ad anni ed anni orsono, e riescono ancora a ricollegarli al prodotto sponsorizzato. Questo perché, la struttura e il senso di queste pubblicità sono state sicuramente azzeccate, riuscendo a colpire l’attenzione del pubblico e a fissarsi nei loro ricordi, indelebilmente.

In questo modo, possiamo ricordarci la colonna sonora, l’abbigliamento dei protagonisti, i loro sguardi e le loro interazioni, permettendo ad un passato lontano di continuare a far parte del nostro presente.

Le più belle pubblicità su carta

Ricordiamo insieme tre delle più famose pubblicità cartacee che hanno fatto la storia:

  • Babbo Natale della Coca Cola, 1931. Raffigurato per la prima volta come persona paffuta e paterna, il babbo natale di questa pubblicità, con in braccio un bambino, è rimasto impresso nelle menti e nei cuori di tanti, come un nonno con il suo nipotino.
  • I Want You For US Army, 1916. Campagna di reclutamento per la guerra americana contro la Germania in cui il famoso Zio Sam indica lo spettatore, come se fosse il prossimo soldato a doversi arruolare.
  • We Can Do It, 1942. Rosse The Riveter si rimbocca le maniche della sua camicia per promuovere il lavoro in fabbrica delle donne. Da allora, questo slogan è diventato un manifesto della campagna del femminismo.

Gli spot pubblicitari in TV più famosi

Ricordiamo insieme anche gli spot pubblicitari in TV più famosi, vivi nei nostri ricordi nonostante sia passato molto tempo:

  • Nel 1971, sempre la Coca Cola, pubblica una pubblicità della bevanda nella quale un gruppo di persone, unite e allegre, cantano all’unisono I’d Like To Buy The Word A Coke.
  • Nel 1984, la Apple presenta l’uscita del nuovo Macintosh ispirandosi ad Orwell. Un atleta rompe lo schermo che sta riproducendo la voce del Grande Fratello e compare con il nuovo dispositivo elettronico.
  • Nel 1986, la famosa bimba con l’impermeabile giallo pubblicizza la pasta Barilla, imprimendo nelle nostre menti la famosa frase “Dove c’è Barilla c’è casa”
  • Nel 1988 la Nike arruola atleti del calibro di Maldini e Ronaldo per spronare i telespettatori a farcela con le proprie forze. La frase su cui era incentrato lo spot, per l’appunto recitava “Just do it”
  • Nel 2004, Adidas invece arruola Muhammad Alì e sua figlia Laila, che si impegnano sul ring a simulare uno scontro, cercando di insegnare alla gente a non arrendersi mai
  • Fra gli anni ’80 e gli anni ’90, una ricca signora di giallo vestita viaggia all’interno di una limousine e ad un certo punto chiede al suo autista, il famoso Ambrogio, di soddisfare un suo languorino. Lui, come per incanto, le presenta una montagna di irresistibili Ferrero Rocher, premendo un semplice tasto all’interno del veicolo.

L’eleganza, i toni e l’accuratezza di queste pubblicità le hanno rese eterne e sono riuscite a fare breccia nei cuori di tutti gli spettatori.

Non vi è sembrato di fare un tuffo nel passato? Avete anche voi rivissuto alcune parti di queste pubblicità proprio come se non avessero mai smesso di andare in onda? Quali ricordi hanno riaffiorato nelle vostre menti?