Come vendere l’oro usato: tutto quello da sapere prima di andare al compro oro

Come vendere l'oro usato: tutto quello da sapere prima di andare al compro oro

Chi in casa ha un oggetto di valore, come ad esempio un gioiello, che vuole vendere a un compro oro, prima di recarsi al negozio dovrebbe seguire alcuni consigli pratici, così da essere certi di cedere in totale sicurezza il proprio oro usato. Bisogna infatti sapere che, da una parte, la vendita dell’oro può essere sanzionata con un’ammenda. Dall’altra, invece, si può finire per essere ingannati. A seguire una breve guida su come vendere l’oro usato, con tutta una serie di informazioni utili da conoscere prima di andare a uno dei tanti compro oro presenti sul territorio italiano.

Se siete interessati a vendere uno dei vostri gioielli in oro, vi invitiamo a rivolgervi a Orofollia.com, il sito web del compro oro a Catania.

Come vendere l’oro usato: scegliere un compro oro iscritto alla Banca d’Italia

Se ci si sta domandando come vendere l’oro usato, la prima cosa importante da sapere è che non tutti i negozi compro oro sono uguali tra di loro. È fondamentale recarsi in uno iscritto alla Banca d’Italia, che sia cioè iscritto all’Albo degli Operatori professionali. Per sapere se un compro oro è iscritto o meno alla Banca d’Italia, è sufficiente recarsi all’indirizzo albielenchi.bancaditalia.it e selezionare l’elenco degli operatori professionali in oro. A questo proposito, sottolineiamo che gli operatori regolarmente iscritti sono soltanto 400, un numero nettamente inferiore rispetto alle migliaia di compro oro dislocati in tutta Italia.

Controllare il valore dell’oro

Ancora prima di andare a un compro oro, è buona regola verificare il valore attuale dell’oro nella propria zona. Per farlo, è possibile collegarsi ai siti di ciascun compro oro, dove viene indicata la quotazione dell’oro proposta. Non bisogna inoltre fare affidamento sul valore dell’oro presente nei siti internazionali degli istituti finanziari, dal momento che non corrisponderà mai a quello presente in negozio, dove verrà aggiunta la percentuale di margine.

Verificare la pesatura dell’oro di persona

Quando si va a vendere l’oro usato, uno dei più importanti passaggi è la verifica della pesatura dell’oro di persona. Alcuni negozionanti poco corretti sono infatti soliti eseguire la pesatura lontano dai clienti, che non hanno così modo di conoscere l’esatto peso del proprio oro. Inoltre, si consiglia di effettuare una pesatura – anche se grossolana – a casa, prima ancora cioè di recarsi dal compro oro.

Richedere la copia della transazione

A vendita conclusa, il compro oro è obbligato per legge a fornire la copia della transazione appena terminata, dove viene certificato ogni dettaglio dell’operazione di acquisto. All’interno della copia devono essere indicati con precisione i grammi di oro venduto, il suo controvalore in euro, oltre ai dati non soltanto di chi ha venduto ma anche di chi ha acquistato il metallo prezioso.

Conoscere la legge anti-riciclaggio

L’ultimo suggerimento prima di vendere l’oro usato è conoscere nei minimi dettagli la legge anti-riciclaggio. Tra le altre cose, la normativa vigente non consente pagamenti in contanti pari o superiori a 1.000 euro. Ciò significa che bisogna diffidare – se non proprio evitare – i compro oro che sono disposti a pagare in contanti una cifra pari o superiore indicata all’interno della legge anti-riciclaggio. Infine, diffidare dai negozionanti che non richiedono il codice fiscale e la carta d’identità, dati indispensabili per registrare l’operazione.