Come promuovere un ecommerce: le strategie più efficaci per non sbagliare quali sono? Esistono dei metodi per aumentare i profitti, specialmente in un periodo di forte crisi come quello che stiamo attraversando? In realtà si può fare molto per migliorare il proprio ecommerce, ma non esiste una soluzione che vada bene per tutti in maniera assoluta. Le strategie migliori dovranno essere personalizzate e modulate opportunamente, tenuto conto anche del target della clientela. Ecco tutto quello che bisogna sapere per evitare errori che potrebbero costare cari.

Come promuovere un ecommerce: le strategie più efficaci per aumentare la clientela

Sicuramente uno dei metodi intramontabili e da sempre utilizzati per avere successo online è il ricorso al sistema messo a punto da Facebook. Grazie all’advertising sarà possibile raggiungere tantissimi utenti con poco sforzo per promuovere beni e servizi. Lo step potrà essere personalizzato e gestito in ogni minimo dettaglio. Inoltre, grazie al Business Center, sarà possibile monitorare i risultati che si ottengono, fare test, provare nuove soluzioni, ottenere uno storico dei dati ecc. Insomma, non è possibile vendere online senza il prezioso supporto dei social. In aggiunta a Facebook c’è Instagram, molto seguito e che consente varie forme di promozioni originali. Questo social può essere efficacemente sfruttato per creare schede prodotto che generano interesse fra gli utenti, oltre che click. Inoltre non bisogna trascurare l’opzione del remarketing. Trattasi di una soluzione che porta a buoni risultati anche nel breve tempo, in quanto permette di tracciare il comportamento del pubblico sul sito web, per poi proporre dei messaggi mirati. Quest’ultimi possono anche stimolare l’interesse e invogliare a scoprire di più su determinati prodotti o servizi già visualizzati. Questo tipo di avvisi sono particolarmente efficaci quando il cliente, per qualsiasi ragione, abbandona il carrello e non conclude l’acquisto.

Email marketing e non solo

La newsletter, specie se in abbinamento ai contenuti specifici, riveste molta importanza per creare un buon rapporto con la clientela già acquisita e con i potenziali nuovi clienti che hanno espresso un certo interesse nei confronti di un bene o di un servizio. L’email marketing richiede comunque una gestione accurata e tempistiche programmate. A questo riguardo sono molto utili i programmi specifici come ad esempio Mailchimp, Sendblaster e Mailup per fare in modo che l’inoltro delle mail possa essere automatico, quindi più semplice e veloce. Un occhio di riguardo merita anche la SEO, oltre alla pubblicità nelle serp. Tutto ciò è fondamentale per guadagnare un buon posizionamento nei motori di ricerca. Buona regola, infine, è lavorare a stretto contatto con gli influencer marketing, quindi con soggetti che hanno credito presso una specifica community. In questo modo diventa più veloce farsi trovare dai potenziali acquirenti e allargare il bacino della clientela. Spesso non serve contattare influencer che hanno molti follower, ma persone che vantano una certa credibilità e ben conosciuti in un determinato settore. Lo scopo finale da non perdere mai di vista, infatti, è sempre quello di aumentare le vendite.

Ecommerce di successo e supporto professionale

Rendere un ecommerce famoso, seguito e amato dagli utenti non è così semplice come si possa pensare. Le strategie descritte devono essere applicate seguendo una precisa metodologia e spesso il fai da te non porta a nulla di buono, ma anzi può nuocere all’immagine aziendale. In tanti casi può essere utile acquistare un blog in cui pubblicare articoli interessanti per gli utenti e destinato a generare traffico. Inoltre si rivela indispensabile approfondire il concetto di inbound marketing, meglio se con il supporto professionale di web agency a Bologna davidenanni.com, che sappia illustrare come fare in modo che gli utenti arrivino su un determinato shop online.