L’idea di aprire un blog online accomuna tantissimi giovani e appassionati di internet, ma per mettere in piedi un’attività di questo tipo non basta essere bravi scrittori o avere tanta creatività. Anche la sola inventiva si rivela insufficiente. Bisogna infatti regolamentare questa attività nei confronti del fisco, per evitare pensati sanzioni e spiacevoli conseguenze che possono compromettere il buon esito degli affari.

Se anche tuo vuoi diventare il titolare di un blog di successo dovresti pensare agli adempimenti fiscali previsti dalla legge, ovvero l’apertura della posizione ai fini IVA, per poi procedere con la scelta del regime fiscale adatto alle tue specifiche necessità imprenditoriali.

Diventa il titolare di un blog che ti permette di guadagnare

Il tuo sogno è svolgere la professione di blogger? In questo caso dovresti documentarti a fondo sugli aspetti fiscali per evitare ogni brutta sorpresa futura. Del resto i controlli e gli accertamenti da parte dell’Agenzia delle Entrate sono sempre dietro l’angolo, per questo è meglio non farsi mai trovare impreparati e avere tutta la documentazione perfettamente in regola.

Più nello specifico, per essere in regola con l’attività di blogger, bisogna avere la Partita IVA e per questo puoi sempre contare sul supporto professionale di Fiscozen, attraverso il quale si riesce a risparmiare in modo significativo sulle spese di apertura e gestione della tua nuova azienda.

In seguito all’apertura della posizione IVA dovrai anche pensare al tipo di regime al quale aderire. Oggi è possibile optare anche per il forfettario, consigliato ai giovani imprenditori che stanno iniziando a fare affari da poco e hanno un volume d’affari non particolarmente elevato. Rispettando le soglie previste dalla legge, potrai anche tu aderire a questo sistema di tassazione agevolata che non comporta l’applicazione dell’IVA.

Se non hai le idee molto chiare su questo argomento, si raccomanda questo approfondimento sul regime forfettario, una guida esaustiva che risponderà a tante domande e ti farà comprendere in modo semplice tutti i vantaggi che potrai conseguire.

Blogger con forfettario

Optando per un regime fiscale di tipo forfettario potrai pagare le tasse con maggiore serenità. Più nel dettaglio, infatti, sarai chiamato a versare il 5% su quello che guadagni. L’IRPEF verrà meno, perché ti verrà applicata l’imposta denominata sostitutiva, con conseguente risparmio sulle tasse da versare annualmente. Quando la tua attività è ancora in erba il forfettario si rivela la scelta più azzeccata per iniziare a muovere i primi passi sul mercato e contrastare efficacemente la concorrenza.

Tanti giovani blogger stanno già lavorando in maniera regolare dopo aver aperto la Partita IVA e scelto il pagamento delle tasse tramite applicazione dell’imposta sostitutiva. Tale meccanismo semplifica anche la compilazione delle fatture, all’interno delle quali non è mai presente l’IVA, ma un’imposta di bollo. Quanto poi l’importo è inferiore a 77,47 euro non sarai tenuto all’applicazione della marca.

Apertura regolare di un blog

Chi pensa che per aprire un blog siano sufficienti contenuti interessanti e una connessione stabile a Internet si sbaglia di grosso. La gestione professionale di una piattaforma online comporta diversi adempimenti fiscali e per questo è meglio evitare il fai da te, ma chiedere il supporto di esperti che possano suggerirti le migliori soluzioni per pagare meno tasse.

Specialmente se stai avviando il blog da poco tempo è meglio puntare su un regime agevolato, grazie al quale poter lavorare in modo più competitivo. Pagare l’imposta sostitutiva è di certo vantaggioso, almeno rispetto a ciò che occorre versare con il regime ordinario. i segnala, infine, che non tutti i blogger professionisti rientrano nel forfettario, per cui anche sotto questo aspetto è bene fare le dovute verifiche reddituali con l’aiuto di un esperto del settore.